A Biancavilla la cerimonia di chiusura del progetto “Un Vivaio di esperienze”

Compagnone: “Dai bambini una concreta dimostrazione di cultura civica, segno di una nuova generazione pronta al cambiamento”

Si è tenuta questa mattina a Biancavilla la cerimonia di chiusura del progetto “Un vivaio di esperienze”. A fare gli onori di casa la dirigente scolastica del secondo circolo didattico di Biancavilla, professoressa Benedetta Gennaro e la referenze del progetto, professoressa Daniela Russo. Partner del progetto, finanziato dall’assessorato regionale della formazione e dell’istruzione, il Comune di Biancavilla e i Vivai Faro. Fra gli ospiti erano presenti l’onorevole Giuseppe Compagnone, da sempre in prima linea sulle politiche ambientali, il sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno e l’assessore alla pubblica istruzione Luigi D’Asero, il presidente dell’associazione “Rifiuti zero Sicilia” Salvatore Bulla e il presidente del Parco dell’Etna Carlo Caputo.

“Si tratta di un progetto regionale incentrato sui temi della conoscenza e del rispetto dell’ambiente, della valorizzazione della cultura del riuso e del riciclo e della promozione di corretti stili di vita – afferma la professoressa Daniela Russo – con l’obiettivo di stimolare un cambiamento negli atteggiamenti sia individuali che collettivi. Abbiamo voluto utilizzare la parola vivaio proprio per dare il senso della varietà di esperienze ambientali inserite nel progetto, ma anche per sottolineare che i principali destinatari del progetto erano i nostri bambini che hanno mostrato un grande interesse ed una spiccata sensibilità rispetto a tutti i temi e le esperienze portate avanti. Nel corso del progetto – prosegue la professoressa Russo – abbiamo fatto diverse escursioni sia nel Parco dell’Etna che nel Parco fluviale dell’Alcantara e sono stati realizzati dei laboratori di riciclaggio all’interno del parco botanico “Radice pura” dei Vivai Faro“.

Oggi la chiusura del progetto, quindi, con i bambini, protagonisti assoluti della giornata, che hanno messo in scena delle rappresentazioni incentrati sulla raccolta differenziata, la biodiversità, e la tutela del territorio. La cerimonia è stata anche l’occasione per mostrare agli ospiti l’erbario realizzato dagli alunni a seguito della raccolta delle varietà floristiche endemiche del parco dell’Etna. Sono state anche presentati i prodotti realizzati dai ragazzi delle classi 4° e 5° nel corso dei laboratori, ed in particolare una crema e un olio essenziale per la pelle.

“Partecipare a questa giornata è stata una bellissima esperienza – afferma l’onorevole Compagnone. – Dai bambini abbiamo ricevuto una concreta dimostrazione di cultura civica che fa ben sperare. Segno di una nuova generazione pronta al cambiamento. Ringrazio la dirigente scolastica e la referente del progetto per avermi dato l’opportunità di collaborare a questa iniziativa fin dalle fasi iniziali e rinnovo i miei più sinceri complimenti a tutti gli alunni che oggi ci hanno dato una concreta dimostrazione di civiltà”.

La cerimonia si è conclusa con la consegna agli ospiti dei quadri realizzati dai bambini nel corso del progetto (vedi la foto copertina)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.