Colianni

Finanziamenti e prospettive, parla il vicesindaco di Enna Francesco Colianni

Il leader degli autonomisti ennesi comunica di aver ottenuto nuovi importanti finanziamenti per la fruizione dei beni culturali e traccia un bilancio dell’azione amministrativa

Ad un anno e mezzo dalle ultime elezioni ammnistrative è tempo per tracciare un primo bilancio per il Comune di Enna. Secondo l’assessore Francesco Colianni, leader della componente centrista e autonomista che, alle scorse amministrative ha portato alla coalizione di governo un determinante 25% di consensi, molte sono le cosa fatte e molte le cose ancora da fare. In particolare, per quello che riguarda l’ambito della sua delega, ovvero beni culturali, turismo ed eventi, Colianni inizia questa intervista annunciando di aver ottenuto un nuovo importante finanziamento per la fruizione del Castello di Lombardia. “Al Comune di Enna sono stati assegnati altri 90 mila euro, questa volta grazie ad un bando dell’assessorato regionale ai beni culturali che finalmente ci consentirà di realizzare una illuminazione artistica del cortile del Castello di Lombardia”.

Colianni annuncia anche un secondo finanziamento ottenute di recente che riguarda un intervento molto atteso dalla comunità ennese, il Museo della Settimana Santa: “Si tratta di un museo che ho voluto fortemente, che unisce storia e tecnologia, finanziato dal Ministero dei Beni Culturali che prevede anche il recupero della via sacra, un area archeologica antistante al Castello di Lombardia. Questo successo per altro è l’occasione per dare il giusto rilievo ad una equipe progettuale che in questi anni abbiamo istituto all’interno del Comune di Enna e che sta lavorando molto bene”.

Francesco Colianni interviene anche su uno dei temi più dibattuti del momento, quello del Policlinico, ribadendo con forza la volontà e la necessità di stabilirne la sede ad Enna città.

In chiusura di intervista Colianni guarda anche al futuro della politica e dell’azione amministrativa in città: “Si va verso una impostazione più politica rispetto all’impianto civico nato durante le elezioni. Noi continueremo la nostra azione di stimolo sia all’interno dell’amministrazione che all’interno del consiglio comunale, dentro al quale c’è una componente moderata che noi rappresentiamo insieme ad altri. Sicuramente puntiamo a continuare ad essere punto di riferimento politico dell’aula e della città, confrontandoci con le forze della coalizione che sostiene il sindaco e l’amministrazione”

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.