antonio scavone

Sicilia, al via i concorsi: 1024 posti per laureati e diplomati. Tutti i dettagli

(Quifinanza.it) In arrivo un maxi concorso regionale. Lo ha dichiarato l’assessore al personale della Regione Sicilia, Antonio Scavone, e dopo due anni dall’annuncio sarà finalmente indetto il maxi concorso per il reclutamento di nuovo personale. Se ne parlava già da tempo, ma solo in questi giorni è arrivata la conferma.

Il concorso indetto dalla Regione Sicilia sarà aperto sia a laureati che diplomati, per un totale di 1024 posti, tutti da distribuire nei nuovi Centri per l’impiego (qui tutte le regole anti contagio per la partecipazione alle selezioni pubbliche).

Il bando sarà pubblicato entro la fine dell’anno, si aspetta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale mercoledì 29 dicembre, dove probabilmente verranno specificati tempi e modalità di reclutamento (in linea con le ultime disposizioni del ministro Brunetta). Quello che sappiamo, ad oggi, è che si assumeranno profili diversi, appartenenti alla Categoria C e D della Pubblica Amministrazione.

Nello specifico, i profili di Categoria D per cui si procederà alla selezione sono:

  • 119 specialisti amministrativi contabili;
  • 344 specialisti del mercato e dei servizi del lavoro;
  • 37 specialisti informatici e statistici;
  • 37 analisti del mercato del lavoro.

Per la Categoria C invece i profili ricercati sono:

  • 176 istruttori amministrativi contabili;
  • 311 istruttori operatori del mercato del lavoro.

Concorso Regione Sicilia: prove diverse per laureati e diplomati

Seppur il bando pubblicato sarà unico, il concorso Regione Sicilia 2021 seguirà due percorsi differenti a seconda dei profili per i quali si concorre. Laureati e diplomati, infatti, saranno sottoposti a prove diverse.

Per i profili appartenenti alla Categoria D, riservata a chi è in possesso di una laurea, si procederà prima con la valutazione dei titoli posseduti e poi con lo svolgimento di un’unica prova scritta. È possibile quindi che non tutti siano ammessi alla selezione dopo un primo screening dei curriculum.

Per i profili appartenenti alla Categoria C, aperta invece ai diplomati, ci sarà una prova scritta e poi una valutazione dei titoli.

Maxi concorso regione Sicilia: quale sarà lo stipendio dei nuovi assunti

Come abbiamo visto sopra, i posti messi a bando dal nuovo maxi concorso in Sicilia saranno così distribuiti:

  • 537 destinati ai laureati, Cat. D, fascia alta;
  • 487 destinati ai diplomati, Cat. C., fascia media.

Tenendo conto di quelle che sono le attuali tabelle retributive nella Pubblica Amministrazione, lo stipendio base di un impiegato Categoria C può variare – in media – dai 1.700 ai 1.900 euro. Per un dipendente PA inquadrato nella Categoria D, invece, lo stipendio medio di base varia dai 1.800 ai 2 mila euro.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.