ruggero razza

Sicilia, l’incubo zona gialla è dietro l’angolo

Raddoppiano i tamponi e cresce il numero di positivi al Coronavirus in Sicilia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 809 nuovi casi su 14.296 tamponi processati (ieri erano 262 su 7.718 test effettuati), con il tasso di positività che sale dal 3,4% al 5,7%. E’ quanto si evince dal bollettino del ministero della Salute, in base al quale l’Isola risulta prima per contagi e morti giornalieri in Italia.  

Gli attuali positivi sono 11.757, con un aumento di altri 408 casi. I guariti sono 395; 6 le vittime con il totale dei decessi che resta a 6.056. Sul fronte ospedaliero sono adesso 370 i ricoverati in regime ordinario (+16), mentre quelli in terapia intensiva sono 32 (-2).

A livello provinciale, sono 196 i nuovi casi a Palermo, 102 a Catania, 38 a Messina, 40 a Siracusa, 71 a Trapani, 151 a Ragusa, 63 a Caltanissetta, 119 ad Agrigento e 29 a Enna.

Proseguiranno fino a martedì 24 agosto gli open days: l’iniziativa voluta dalla Regione Siciliana per incentivare la campagna di vaccinazione contro il Covid. La decisione di implementare ulteriormente l’attività è stata presa dall’assessorato alla Salute, in considerazione dell’aumento di positivi al virus. Le somministrazioni, che avverranno prevalentemente con i sieri Pfizer e Moderna, verranno effettuate in tutte le aziende del servizio sanitario regionale, compatibilmente con l’attività programmata dalle stesse per il mese in corso.

POSTI LETTO COVID E IL RISCHIO ZONA GIALLA

La Sicilia è la prima regione in Italia per occupazione degli ospedali da parte dei pazienti Covid e la Regione accelera sulla realizzazione di nuovi reparti di Terapia intensiva e sub intensiva. Tra oggi e domani saranno consegnati 29 nuovi posti letto di Rianimazione a Palermo, realizzati nell’ambito del piano di potenziamento della rete ospedaliera. Il piano finanziato dalla struttura commissariale nazionale prevede la realizzazione di 163 posti letto di Terapia intensiva e 60 di Terapia subintensiva. Si tratta di 79 cantieri. Ad oggi ne sono stati aperti 30. Quattro interventi sono già stati ultimati. I prossimi saranno consegnati tra oggi e domani al Policlinico di Palermo e all’Arnas Civico.

Ieri, con 809 nuovi positivi e 16 ricoverati in più, l’Isola si è confermata prima in Italia per contagi e tasso di occupazione ospedaliera; 12 per cento nei reparti ordinari e 5 per cento in Terapia intensiva. Per evitare la zona gialla non bisogna sfondare le soglie del 15% e del 10% rispettivamente. L’obiettivo è riportare la dotazione dei posti letto a quella di due mesi fa, quando molti reparti sono stati riconvertiti per pazienti non-Covid.

Per ora in Sicilia ci sono 2.900 posti letto in area medica e 668 in Terapia intensiva. Questi ultimi dovrebbero salire a oltre 800 entro la fine dei mese. Oggi inoltre è atteso il confronto tra l’assessore e il comitato tecnico scientifico regionale per stabilire le nuove misure di contenimento nei comuni con tanti contagi e basse coperture vaccinali. Ma rischio è che la Sicilia sfondi i tetti fissati per il passaggio di colore già prima di Ferragosto.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.