rsa randazzo

Un poliambulatorio ed una nuova RSA per Randazzo. Il sindaco Sgroi: “promessa mantenuta”

Domani sarà un grande giorno per il Comune di Randazzo. Alla presenza dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, e dell’assessore regionale alla famiglia, politiche sociali e lavoro, Antonio Scavone, sarà inaugurata la nuova RSA ed il nuovo poliambulatori di Randazzo. La cerimonia d’inaugurazione sarà preceduta, alle ore 10.00, da un incontro presso il Palazzo Comunale nel corso del quale sarà illustrata la rete dei servizi socio-sanitari attiva sul territorio.

All’evento che segna una svolta per la qualità e quantità di servizi sanitari, interverranno il sindaco Francesco Sgroi, il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza, i direttori amministrativo e sanitario, Giuseppe Di Bella e Antonino Rapisarda, il direttore del Distretto sanitario di Bronte, Antonio Salanitri. Prevista, per l’occasione, anche la partecipazione dei sindaci dei Comuni del territorio.

Dopo il taglio del nastro le autorità visiteranno la struttura nella quale, dopo la preventiva sanificazione dei locali, a partire dal pomeriggio dello stesso giorno saranno ricoverati i primi utenti. La struttura, nel rispetto dei requisiti previsti dalla normativa vigente, è stata oggetto di ampi interventi di rifunzionalizzazione che hanno consentito di migliorarne standard assistenziali, comfort alberghieri e livelli di sicurezza non solo della nuova Residenza sanitaria, ma dell’intero presidio dove sono allocati gli ambulatori del Distretto di Bronte.

In particolare sono stati realizzati lavori di ammodernamento dei locali interni e di adeguamento degli impianti, e interventi edili di manutenzione straordinaria secondo gli standard previsti per le strutture residenziali extra-ospedaliere. Individuati, anche, i percorsi per l’accertamento di eventuali contagi da Covid con la creazione di una “camera grigia”.

La RSA di Randazzo è una struttura pubblica. È dotata di 20 posti letto per ospitare pazienti che, dopo un ricovero ospedaliero per una patologia “acuta” necessitano di prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e di recupero riabilitativo. Vi prestano servizio due medici, otto infermieri, due fisioterapisti, un assistente sociale e cinque OSS.

Sul fronte dei servizi sanitari, nell’ottica del potenziamento della rete ambulatoriale del Distretto Sanitario di Bronte, presso il Comune di Randazzo nel corso dell’ultimo anno la Direzione dell’Asp di Catania ha attivato i seguenti servizi ambulatoriali:

  • angiologia, con competenze in ecocolordoppler per lo studio del distretto arterioso e venoso degli arti superiori e inferiori (l’ambulatorio è aperto al pubblico il martedì, dalle ore 14.30 alle ore 16.30);
  • cardiologia con competenze in ecocardiografia e colordoppler (l’ambulatorio è aperto al pubblico il mercoledì, dalle ore 8.00 alle ore 14.00), che si aggiunge agli ambulatori, già attivati di:
  • urologia, nel quale, oltre alle visite vengono eseguiti anche importanti esami strumentali per lo studio delle patologie dell’apparato urinario: ecodoppler, uroflussimetria, ecografia dell’apparato urinario completa e prostatica (l’ambulatorio è aperto al pubblico il lunedì, dalle ore 8.30 alle ore 14.00);
  • ambulatorio a gestione integrata (AGI), dedicato al diabete mellito tipo 2 scompensato e all’insufficienza cardiaca, con accesso diretto tramite richiesta del medico di famiglia, e una gestione integrata con lo specialista (dal piano assistenziale individuale all’esecuzione degli esami prescritti.

L’offerta sanitaria del territorio è stata potenziata a Randazzo con la dotazione di importanti apparecchiature per gli ambulatori di neurologia, otorino, chirurgia (di prossima attivazione), dermatologia e diabetologia.

Fra le attrezzature acquisite si sottolineano:

  • audiometro
  • auto-refrattometro-cheratometro
  • carrello per medicazione
  • eco-color-doppler con sonde multidisciplinari
  • elettrobisturi
  • elettroencefalografo
  • elettromiografo
  • impedenziometro
  • lampada a fessura
  • lampada scialitica
  • lettino elettrico
  • perimetro computerizzato
  • poltrona prelievi
  • rino-fibro-laringoscopio
  • strumentario chirurgico
  • termosaldatrice
  • video-dermatoscopio computerizzato

“Nel mio programma elettorale avevo scritto che avrei migliorato l’offerta sanitaria del mio Comune che purtroppo era scadente – afferma il sindaco di Randazzo Francesco Sgroi – Nella prima parte del mio mandato mi sono impegnato per la realizzazione dell’elisuperficie che non avevamo e che adesso invece funziona, di giorno ed anche di notte, grazie all’impianto di illuminazione. Altra cosa che avevamo proposto per migliorare l’offerta sanitaria della nostra cittadina era proprio una RSA. Ora raggiungiamo anche questo obiettivo ed andiamo oltre, grazie ad un nuovo polo diagnostico di eccellenza, con apparecchiature di ultima generazione che offrirà ai nostri concittadini, e non solo, prestazioni di alta qualità. Sia la Rsa che il Poliambulatorio sono stati realizzati presso l’ex presidio ospedaliero che dopo anni di abbandono siamo riusciti a riqualificare. Sono particolarmente felice e soddisfatto perché credo che questo sia uno dei migliori risultati della mia sindacatura.”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.