rosario alfino federfiori

Federfiori, il presidente Rosario Alfino: “E’ ora di ripartire e vogliamo farlo in sicurezza”

Siamo lieti che il nostro appello sia stato accolto dal presidente della Commissione attività produttive Orazio Ragusa e dal presidente della commissione UE Giuseppe Compagnone. Confidiamo nel loro lavoro

Una crisi che dura da più di un anno e che ancora non lascia ben sperare gli operatori del settore, il presidente nazionale della Federazione nazionale dei fioristi Rosario Alfino si dice molto preoccupato. “La nostra categoria vive per il 70 – 80% del fatturato derivante dagli eventi, matrimoni in particolare, ciò vuol dire che praticamente, a parte una breve parentesi dell’estate scorsa, non lavoriamo da marzo del 2020. Non basta dire a Giugno ripartiamo, abbiamo bisogno di una data certa, messa nero su bianco su un Dpcm” afferma Alfino.

“Vogliamo ripartire subito e soprattutto vogliamo ripartire in sicurezza, per noi, per i nostri lavoratori e per tutti gli ospiti degli eventi presso i quali prestiamo i nostri servizi, per questo abbiamo rivolto un appello alla Regione Siciliana per stilare un piano di vaccinazione aziendale, non solo per i lavoratori del settore fiori ma per tutti i professionisti del settore wedding – continua Alfino – siamo lieti che il nostro appello sia stato immediatamente accolto dal presidente della Commissione attività produttive Orazio Ragusa e dal presidente della commissione UE Giuseppe Compagnone che si stanno adoperando per presentare al Governo regionale la nostra richiesta”.

“Oggi, oltre alle misure anti contagio, abbiamo la grande opportunità di disporre di un vaccino. E’ importante per noi imprenditori della filiera e per l’intera economia italiana avere certezze e poter lavorare con serenità; ricordiamo che stiamo parlando di un settore che assicura migliaia di posti di lavoro e 15 miliardi di PIL.
Se vogliamo far ripartire il mondo del wedding e dare una spinta all’ economia della nostra Regione e del nostro Paese, dobbiamo prendere provvedimenti urgenti”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.