whatsapp gate

Scoppia il “WhatsApp Gate”: Miccichè eliminato dalla chat “Forza Italia Sicilia”

a riportare la notizia su La Sicilia di oggi è Mario Barresi che, dopo la lunga intervista al presidente dell’Ars, pubblicata ieri dal giornale etneo, torna sull’argomento per “disegnare” le reazioni del palazzo. Quelle più clamorose, oltre al “silenzio irritato” di Musumeci, si consumano proprio dentro casa. La faida interna fra i berlusconiani di Sicilia è ben lontana dall’essere risolta. Da quando Gianfranco Miccichè ha ricevuto la famosa telefonata da Arcore, nel corso della quale ha rischiato di essere spodestato, non ha più abbandonato l’ascia di guerra. Ogni occasione è buona per mostrare i muscoli ai nemici Armao e Falcone. Ed è proprio da casa Armao che si consuma il “WhatsApp Gate”. Ad eliminare il coordinatore regionale dalla chat “Forza Italia Sicilia” secondo quanto raccontato da “La Sicilia” sarebbe stata la deputata Giulia Bartolozzi, compagna dell’assessore regionale all’economia Gaetano Armao.

Ovviamente l’istinto vendicativo della Bartolozzi non è passato sotto silenzio. A reagire subito è stato uno dei deputati fedelissimi di Miccichè, il nisseno Michele Macaluso che, prima di “autoeliminarsi” dalla chat
scrive “Smettiamola di prenderci in giro e ognuno scelga da che parte stare. Se qualcuno pensa ad una Forza Italia senza Gianfranco vada a fare in c… veramente. Siamo ancora in tempo a tornare a parlare. Ma solo chi ne ha diritto! I miracolati a casa”.

La faida forzista si fa strada sui social, anche il deputato etneo Marco Falcone non sta in silenzio e chiama a raccolta i suoi con un post su facebook dove chiede conto del suo lavoro ottenendo uno scontato plebiscito in riposta ai dubbi sollevati da Miccichè sulla qualità del suo lavoro.

Il presidente della Regione è politicamente isolato, oggi più che mai, avendo perso all’interno della giunta colui che faceva da mediatore con i leader della coalizione (Ruggero Razza). Il partito più forte di questa esperienza di governo, Forza Italia, sembra prossimo ad una esplosione dagli esiti imperscrutabili. Gli alleati non rimarranno certo a guardare.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.