mascherina

Covid-19, ecco la mascherina che “uccide” il virus

di Deborah Ameri – repubblica.it

A guardarla sembra una mascherina del tutto simile a quelle chirurgiche tradizionali ma con un’arma in più che potrebbe davvero fare la differenza: la capacità di neutralizzare il Coronavirus e renderlo innocuo.

È stata inventata dal chimico britannico Gareth Cave, in collaborazione con l’università dove insegna, la Nottingham Trent. Secondo i test condotti, il dispositivo ha una capacità filtrante del 99,98% e un’efficienza del 90% nel distruggere i virus del Covid-19 e dell’influenza.

Come funziona e quando arriverà in Italia

Invece dei tre strati convenzionali la nuova mascherina ne ha cinque. Il primo, quello più esterno, è fluido repellente per impedire l’inalazione di droplet, saliva e muco che potrebbero contenere il SarsCov2, il secondo e quarto sono costituiti dal tessuto filtrante presente anche in quelle chirurgiche e in mezzo a questi sta l’arma segreta: uno strato antivirale, imbevuto di nanoparticelle di rame, trattate con una tecnologia nuova, brevettata dalla Pharm2Farm, spin-ff della Nottingham Trent University e fondata proprio da Cave.

Le certificazioni

test sull’efficacia antivirale del prodotto sono stati condotti nei laboratori indipendenti del Virology Research Services di Londra, che gli ha conferito la certificazione ISO 18184 (determina i requisiti dell’attività antivirale dei prodotti tessili). “La prossima settimana otterremo il marchio CE e la mascherina potrà essere commercializzata in tutta Europa – afferma il professore Cave – Abbiamo da poco acquisito un macchinario per la produzione che inizierà tra qualche settimana e a febbraio potremo distribuire i primi lotti. Abbiamo già avuto richieste da diversi Paesi, Italia compresa”.

La manifattura sarà in grado di fornire fino a 5 milioni di maschere al mese.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.