bonus mobilità monopattino

La “truffa del monopattino”, come guadagnano i furbetti del bonus mobilità

di Paolo Brera Repubblica.it

A tre giorni dal pasticcio del click day per il bonus mobilità, sui siti di compravendita s’è aperto il suk dei furbetti del monopattino: li rivendono a prezzi stracciati, ancora imballati, lucrando una fetta cospicua dello sconto del 60% offerto dallo Stato.

«Astenersi perditempo», dice “Omar” sul suo annuncio: «Vendo monopattino nuovo ancora imballato», anzi è così nuovo che ancora non l’ha neppure comprato. «In pratica ho il bonus mobilità — risponde quando lo contattiamo — quindi comprerei il monopattino solo se lei fosse davvero interessato. È anche per questo che il prezzo è molto inferiore rispetto a quello venduto da Amazon».

No, non ha cambiato idea: è uno dei molti che stanno cercando di tirar su qualche soldo rivendendosi il bonus conquistato nella gara dei clic bandita dal ministero dell’Ambiente, in cui sono rimasti impigliati milioni di italiani. Milioni, sì: «Di solito abbiamo 500 accessi unici al giorno, il giorno prima del click day ne abbiamo avuti 7 milioni», spiegano al ministero. Nessuno sa quante persone ci abbiamo provato, ma i 590mila che ci sono riusciti sono solo una piccola parte.“Nazim” nel suo annuncio è esplicito: «Vendo monopattino acquistato da Amazon con buono. Prezzo Amazon 418. Lo vendo a 350 euro». Lo chiamiamo al telefono: ma è proprio nuovo il monopattino? È ancora imballato? «Eh sì». L’ha preso col bonus mobilità? «Sì, lo scambio solo a mano, a Roma».

Il meccanismo è semplice: io che ho il bonus acquisto un monopattino che costa 500 euro, con il 60% di “sconto” dello Stato lo pago 200 e lo rivendo subito a 400. (…)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.